Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aerodinamica e meccanica del volo
Registrazione Gallery FAQ Lista utenti Calendario Cerca I messaggi di oggi Segna forums come letti

Rispondi
 
Strumenti discussione Cerca nella discussione Visualizzazione
Vecchio 13 febbraio 17, 17:09   #1 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 12-02-2017
Residenza: Monfalcone
Messaggi: 6
Question AAA Cercarsi risposte ;)

Buongiorno a tutti!
Sono nuovo del gruppo e in realtà, come spiegato nella sezione delle presentazioni, mi sono iscritto pur non essendo un appassionato, ne tanto meno esperto di aeromodellistica. In realtà sono un velista e un progettista di imbarcazioni a vela e, non so se lo sapete, sul tema di profili alari, la nautica è molto indietro rispetto il vostro mondo.

Sono qui perchè cerco delle risposte o delle spiegazioni che nel mio mondo non è facile reperire, e in caso si trovino, son sempre delle "filosofie di pensiero" più che delle vere e proprie conoscenze.

Ero interessato nello specifico all'influenza dell'angolo di freccia sulle prestazioni e quindi su portanza e Drag. Ho già letto che quest'angolo influenza positivamente il Cd nel regime di transizione, e che come effetti negativi ha un aumento dello stallo della punta delle ali, dovuto all'effetto 3D che viene accentuato dalla velocità parallela al bordo d'attacco. Da quello che so questo però può essere evitato mettendo un "piatto" a fine ala, quello che per esempio hanno gli aerei di linea. Confermate che questo è vero? Ponendo poi il fatto che non sono interessato a velocità transoniche (in acqua è difficile raggiungerle xD), quali altri effetti ha tale angolo (sia positivo e negativo)?

Spero di trovare tra di voi qualche buon anima che con tanta pazienza avrebbe voglia di condividere con me le vostre esperienze e insegnarmi quello che non so..

Grazie in anticipo!
Polomanuel is offline   Rispondi citando
Vecchio 14 febbraio 17, 16:24   #2 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di gekomike
 
Data registr.: 29-09-2014
Residenza: Milano
Messaggi: 655
Citazione:
Originalmente inviato da Polomanuel Visualizza messaggio
Buongiorno a tutti!
Sono nuovo del gruppo e in realtà, come spiegato nella sezione delle presentazioni, mi sono iscritto pur non essendo un appassionato, ne tanto meno esperto di aeromodellistica. In realtà sono un velista e un progettista di imbarcazioni a vela e, non so se lo sapete, sul tema di profili alari, la nautica è molto indietro rispetto il vostro mondo.

Sono qui perchè cerco delle risposte o delle spiegazioni che nel mio mondo non è facile reperire, e in caso si trovino, son sempre delle "filosofie di pensiero" più che delle vere e proprie conoscenze.

Ero interessato nello specifico all'influenza dell'angolo di freccia sulle prestazioni e quindi su portanza e Drag. Ho già letto che quest'angolo influenza positivamente il Cd nel regime di transizione, e che come effetti negativi ha un aumento dello stallo della punta delle ali, dovuto all'effetto 3D che viene accentuato dalla velocità parallela al bordo d'attacco. Da quello che so questo però può essere evitato mettendo un "piatto" a fine ala, quello che per esempio hanno gli aerei di linea. Confermate che questo è vero? Ponendo poi il fatto che non sono interessato a velocità transoniche (in acqua è difficile raggiungerle xD), quali altri effetti ha tale angolo (sia positivo e negativo)?

Spero di trovare tra di voi qualche buon anima che con tanta pazienza avrebbe voglia di condividere con me le vostre esperienze e insegnarmi quello che non so..

Grazie in anticipo!
Ho capito un quarto di quello che hai scritto (effetto 3D? potresti dirmi dove hai letto questa roba? E' probabile che sia io ignorante, ma...).

Vorresti, in sostanza, capire che succede se inclini l'albero verso prua o poppa (immaginando di avere la sola randa)?
gekomike is offline   Rispondi citando
Vecchio 14 febbraio 17, 22:46   #3 (permalink)  Top
Adv Moderator
 
L'avatar di cecco
 
Data registr.: 11-04-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 7.361
Manuel io ho paura che tu sia un tantino poco aggiornato sugli ultimi sviluppi della vela....
Mai sentito parlare di Coppa America? Dei catamarani che con gli ultimi sviluppi recnici costruttivi sono in grado di evoluire su tutto il percorso di regata in full-foiling?
Mai sentito parlare delle vele alari (è dalla little america's cup degli anni 70 che i c-class hanno vele alari e camminano più del vento)


per arrivare a questi mostri:
+ YouTube Video
ERROR: If you can see this, then YouTube is down or you don't have Flash installed.

(a dire la verità questa è la scorsa A.C. e in manovra non riuscivano sempre a rimanere in foiling..... ora hanno imparato)

Questo è uno studio su una derivetta per niente conosciuta (http://publications.lib.chalmers.se/...601/206601.pdf) interessante soprattutto per la corposa bibliografia
__________________
.


Non si è mai troppo vecchi per imparare, non si è mai troppo giovani per insegnare.....

Ultima modifica di cecco : 14 febbraio 17 alle ore 23:02.
cecco is offline   Rispondi citando
Vecchio 15 febbraio 17, 14:13   #4 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 12-02-2017
Residenza: Monfalcone
Messaggi: 6
Buondì GekoMike, l'effetto 3D, così chiamato nei testi di vela, quindi non so come lo definite voi, è l'effetto per cui un ala reale ha un Cl diverso da quello del profilo alare, oltre che per una serie infinita di altri motivi, in quanto all'estremità libera dell'ala, si forma un vortice che diminuisce la differenza di pressione tra ventre e dorso. In realtà il vortice è causato proprio da questo "scarico" di pressione della punta: i filetti fluidi in pratica non rimangono più perpendicolari al profilo alare, ma tendono a "entrare" e "uscire" dalla punta del profilo alare, a causa della differenza di pressione, formando un vortice che crea resistenza aggiuntiva.
Tornando alla mia domanda, no.. vorrei semplicemente sapere quello che ho chiesto, e in modo più concreto, per esempio parlando di alianti, che differenza c'è tra avere delle ali con angoli di freccia diversi?

Cecco....
Si, conosco la coppa America... Ti sembra che le imbarcazioni da diporto che vedi navigare in mare siano paragonabili alla coppa America? Se uno vuole progettare un imbarcazione da regata classica alla portata di tutti, non credo possa ispirarsi alla coppa America..
Per quanto riguarda il documento postato, non vedo come possa rispondere alla domanda, valutando la resistenza di tutta l'opera viva.. Come ben saprai la maggior componente di resistenza in questo caso è causata dalla carena e in particolare dal moto ondoso da essa generato.
Inoltre nella bibliografia si parla quasi esclusivamente di CFD..
Polomanuel is offline   Rispondi citando
Vecchio 15 febbraio 17, 15:11   #5 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 28-01-2017
Residenza: Perugia
Messaggi: 7
Ciao Manuel,

io ho il brevetto da pilota di linea da quasi 15 anni e vado in barca a vela da un paio di anni.

Ora, la storia che la vela di un barca (parlo di vele tradizionali, non di vele alari) produce portanza e' sbagliata. Un esempio su tutti che supporta quanto ho detto: un'ala produce portanza con angoli di incidenza (angolo tra la corda alare e il vento relativo) che vanno da 0 al massimo 25 (30) gradi, a volori superiori stalla e non produce piu' portanza (per l'esatezza produce ancora un po' di portanza, ma non e' sufficiente a sostenere l'aereo in volo). Una vela, al contrario, quando va contro vento, se l'angolo che forma con il vento non e' maggiore dell'angolo morto, non va (la barca non avanza).

Rispondendo alla tua domanda: negli aerei il profilo a freccia dell'ala serve per aumentare la stabilita' direzionale, cioe' in parole povere a far matenere costante la prua contrastando i movimenti di imbardata che puo' avere l'aereo. Se nei miei manuali di volo trovo un disegno che esemplifica quanto ti ho appena detto, te lo posto.

Spero di esserti stato utile.
Ciao.
Sorprendente is offline   Rispondi citando
Vecchio 15 febbraio 17, 16:52   #6 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 12-02-2017
Residenza: Monfalcone
Messaggi: 6
Ciao Sorprendente,
mi sarò spiegato male, ma io non sono interessato alle vele... tutto il mio interesse nasce dalla deriva e dal timone.

La tua risposta potrebbe essere molto utile, se trovi la foto o fai anche solo un disegnetto e mi spieghi meglio il concetto ti sarei grato.
In cambio se vuoi possiamo parlare assieme della portanza delle vele.
Polomanuel is offline   Rispondi citando
Vecchio 15 febbraio 17, 19:42   #7 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 28-01-2017
Residenza: Perugia
Messaggi: 7
Ciao Manuel,

scusa ma nel primo messaggio tu parlavi dell'angolo di frecccia, che in aeronautica serve per lo scopo che ti ho scritto nel mio messaggio.
Invece non ho capito cosa vuoi sapere in merito alla deriva e al timone (dell'aero??).

Non so se e' meglio che mi rispondi in PM o nel thread, decide te.

Ultima modifica di Sorprendente : 15 febbraio 17 alle ore 19:50.
Sorprendente is offline   Rispondi citando
Vecchio 17 febbraio 17, 03:30   #8 (permalink)  Top
Lucumone
 
L'avatar di Manubrio
 
Data registr.: 22-06-2012
Residenza: folgaria
Messaggi: 1.810
Citazione:
Originalmente inviato da Polomanuel Visualizza messaggio
Ciao Sorprendente,
mi sarò spiegato male, ma io non sono interessato alle vele... tutto il mio interesse nasce dalla deriva e dal timone.

La tua risposta potrebbe essere molto utile, se trovi la foto o fai anche solo un disegnetto e mi spieghi meglio il concetto ti sarei grato.
In cambio se vuoi possiamo parlare assieme della portanza delle vele.
Ciao
sono Sorpreso (scemo di sopprannome).
Vuoi sapere a cosa servono le appendici alle estremità della deriva, tipo le winglets degli aerei, per intenderci? Premesso che quelle delle derive sono simmetriche.
Manubrio is offline   Rispondi citando
Vecchio 17 febbraio 17, 11:04   #9 (permalink)  Top
Rivenditore - devCad
 
L'avatar di devCad
 
Data registr.: 04-12-2013
Messaggi: 1.023
Sono frastornato dall'affermazione che le vele delle barche non producono portanza.
devCad is offline   Rispondi citando
Vecchio 17 febbraio 17, 11:31   #10 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di gekomike
 
Data registr.: 29-09-2014
Residenza: Milano
Messaggi: 655
Citazione:
Originalmente inviato da devCad Visualizza messaggio
Sono frastornato dall'affermazione che le vele delle barche non producono portanza.
Anch'io.
gekomike is offline   Rispondi citando
Rispondi



Strumenti discussione Cerca nella discussione
Cerca nella discussione:

Ricerca avanzata
Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Messaggio
risposte vincy86 Discussioni Off Topic 9 30 aprile 12 13:15
risposte all'uovo gigiovanni Segnalazione Bug e consigli 19 05 giugno 06 18:09
Cercarsi dei guai non guasta mai filofilato Elimodellismo Principianti 2 08 giugno 05 18:13
Opzioni risposte CantZ506 Segnalazione Bug e consigli 1 19 ottobre 04 12:43



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 08:30.

Basato su: vBulletin versione 3.6.12
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
SEO by vBSEO
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2017 - K-Bits P.I. 09395831002