Torna indietro   BaroneRosso.it - Forum Modellismo > Categoria Aeromodellismo > Aerodinamica e meccanica del volo


Rispondi
 
Strumenti discussione Visualizzazione
Vecchio 17 febbraio 17, 20:45   #21 (permalink)  Top
Lucumone
 
L'avatar di Manubrio
 
Data registr.: 22-06-2012
Residenza: folgaria
Messaggi: 1.811
Citazione:
Originalmente inviato da Polomanuel Visualizza messaggio
A parte che dissento sia sul fatto che le vele non generano portanza, che sul fatto che a 90° lavorino in stallo, possiamo tornare alla mia domanda originale per piacere?

domanda che io non ho capito. Infatti qualcuno è intervenuto sulle vele qualcuno sulle derive. E qualcuno ha aggiunto gli hydrofoils.
Potrei anche aggiungere il tipo di superficie dello scafo immerso, perchè invece di liscio non lo facciamo a pelle di squalo?

Potresti ripetere la domanda limitandola a uno degli argomenti? Squalo escluso?


@nichte: io mi riferivo ai monocarena, la deriva nei monocarena dei vecchi coppa america apparve adornata di due pinnette simmetriche.
Manubrio non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 17 febbraio 17, 21:54   #22 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di gekomike
 
Data registr.: 29-09-2014
Residenza: Milano
Messaggi: 655
Citazione:
Originalmente inviato da Manubrio Visualizza messaggio
@nichte: io mi riferivo ai monocarena, la deriva nei monocarena dei vecchi coppa america apparve adornata di due pinnette simmetriche.
Australia II !
gekomike non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 18 febbraio 17, 22:35   #23 (permalink)  Top
Padre della Teoria del bidet
 
L'avatar di sloper_marco
 
Data registr.: 18-01-2007
Residenza: Firenze
Messaggi: 3.411
Citazione:
Originalmente inviato da nicthepic Visualizza messaggio
ma nel medioevo andavano di bolina?
Certo che sì.
Anche perchè in barca a vela ci si ritrova SEMPRE e COSTANTEMENTE a navigare di bolina (Legge di Murphy, capo 9, sezione 3, art. 7 -bis, norme per la navigazione a vela).
sloper_marco non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 febbraio 17, 20:01   #24 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 12-02-2017
Residenza: Monfalcone
Messaggi: 6
Grazie mille Manubrio!
Pensavo la domanda avesse senso anche se non legata con qualcosa di concreto del mondo delle imbarcazioni a vela perchè le conclusioni volevo tirarle io.

La domanda a questo punto, chiara e pulita e diretta è:
Devo progettare una deriva di un imbarcazione a vela da crociera che ha velocità critica di 7kt circa. La deriva in questione sarà dotata d bulbo. Vorrei capire che forma dare alla vista laterale della deriva: rettangolare, trapezioidale, elittica?
Vorrei inoltre capire che inclinazione dare ai bordi di ingresso e di uscita: inclinati entrambi verso pura, entrambi verso poppa, verticali, uno verso prua e l'altro verso poppa o viceversa?

Da qui la domanda sull'influenza dell'angolo di freccia sulle prestazioni nelle ali degli aerei...
Polomanuel non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 febbraio 17, 20:39   #25 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Enrico.pocopagni
 
Data registr.: 31-05-2015
Residenza: Genova
Messaggi: 237
Immagini: 4
Qui c'è qualcosa: FORME DI CHIGLIA
__________________
Sogna in grande! Costa uguale
Enrico.pocopagni è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19 febbraio 17, 23:33   #26 (permalink)  Top
User
 
Data registr.: 12-02-2017
Residenza: Monfalcone
Messaggi: 6
Grazie!
Molto interessante!
Non esaustivo ma da buoni spunti!
Viva i modellisti! =D
Polomanuel non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20 febbraio 17, 15:25   #27 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di mattafla
 
Data registr.: 19-07-2016
Messaggi: 49
Polomanuel,
L'effetto fluidodinamico della circolazione del flusso sul foil immerso o tua deriva di chiglia con bulbo all'estremità inferiore della deriva, effetto imputabile alla freccia "alare" della deriva, dovrebbe obbedire alle stesse leggi che sull'ala di un aereo, ma occorre tener conto che l'aria è un fluido comprimibile mentre l'acqua è incomprimibile, inoltre c'è l'enorme differenza quantitativa che aria e acqua sono fluidi enormemente diversi per densità, viscosità etc.
Penso che una freccia positiva della deriva porti il flusso verso il bulbo, mentre una freccia inversa dovrebbe portarlo verso la carena, ma non so precisarti l'entità del fenomeno.
I punti d'incontro tra ala e fusoliera, oppure deriva e carena, come pure deriva e bulbo, caso forse confrontabile ad un'estremità alare con winglet, potrebbero dare risultati diversi. Io non sono un velista, ma ho trovato la questione interessante.

Ciò premesso, puoi forse trovare in Internet alcune risposte sulle derive, intese come foils immersi in acqua:
- oltre al link FORME DI CHIGLIA, proposto da Enrico.pocopagni, dai uno sguardo anche a:
- dimensioni e forma del bulbo, bulbi etc. (nello stesso sito proposto da Enrico.pocopagni)
- C-Foils.html
- Occuparsi delle derive | VelaForFun
- Modellismo www.amz.it (tesi trimarano con foils).
Se interessa la fisica della vela in generale, ho trovato utili:
- http://web.infn.it/fisicainbarca2011...cavela-1x1.pdf
- http://www.saturatore.it/Architettur...20a%20vela.pdf
Saluti e buon lavoro
Flavio
Sezione aeromodellismo di carton
mattafla non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20 febbraio 17, 19:23   #28 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di Enrico.pocopagni
 
Data registr.: 31-05-2015
Residenza: Genova
Messaggi: 237
Immagini: 4
Solo una piccolissima precisazione: anche l'aria, in regime ampiamente subsonico si può considerare incomprimibile, almeno per gli effetti sui profili, ma questo non consola.

Purtroppo non so essere più utile di così. La differenza di massa tra acqua e aria (1.000) e anche di numeri di Reynolds rendono inconfrontabili i diagrammi polari per i profili alari (che conosco) con quelli di carene e altri corpi immersi nell'acqua dei quali so zero (e non voglio imparare!).
In tutti i casi non saprei fare nè farei estrapolazioni da un mondo all'altro.
Il solo suggerimento che mi sento di dare è, se la domanda non è solo mossa da curiosità ma anche da necessità professionali, allora mi affiderei ad una analisi fluidodinamica più accurata, p. es. fatta con Nastran o altre applicazioni F.E.M.

Solo un'ultima annotazione: ieri sera vedevo il filmato della coppa America ultima edizione, con i catamarani che, alla massima velocità viaggiano fuori d'acqua sostenuti da alette come aliscafi.
Pensavo al rapporto dimensionale tra queste alette (che reggono c.a 10 ton a 40 nodi) e le ali di un aliante che reggono 800 kg a 200 km/h: su un aereo quelle alette sarebbero troppo piccole anche per un piano di quota!
__________________
Sogna in grande! Costa uguale

Ultima modifica di Enrico.pocopagni : 20 febbraio 17 alle ore 19:31
Enrico.pocopagni è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27 febbraio 17, 10:57   #29 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di mattafla
 
Data registr.: 19-07-2016
Messaggi: 49
Polomanuel,
da questa discussione ho imparato che esistono i bulbi a T (per dire a T rovesciata, con deriva fissa stretta e profonda), per i quali puoi vedere un'interessante tesi in https://www.politesi.polimi.it/bitst...808/1/Tesi.pdf
Esistono anche i bulbi a L anteriore (L rovesciata, che qualcuno chiama a scarpone, più o meno profondo (quando è profondo direi a stivale), ed a L posteriore (che direi deriva con coda), bulbi sospesi da derive fisse di varia conformazione, più o meno a freccia e rastremate.
Per i bulbi-derive-chiglia puoi vedere varie dissertazioni nel forum Amici della vela.
Il discorso di base è se conviene una barca con deriva fissa con o senza bulbo, e poi ci si può sbizzarrire con 2 derive o mettere delle alette sul bulbo o all'estremità della deriva senza bulbo (alette che qualcuno chiama winglets).
Il bulbo non sarebbe indispensabile, quindi, visto che la deriva è indispensabile per andare di bolina, occorre almeno mettere la deriva o l'effetto deriva può essere ottenuto da una chiglia particolare, opportunamente zavorrata in sostituzione del bulbo?

http://217.199.14.65/uploaded/Furkol...19823_LVST.pdf
http://ormeggionline.com/blog/deriva...a-strutturale/
La filosofia del progetto

Ritengo che il tuo problema della miglior freccia e rastremazione della deriva potrebbe essere solo una questione estetica, rispetto alla collocazione del bulbo ed alla collocazione della stessa deriva fissa sotto lo scafo.
Anche negli alianti convenzionali la freccia alare è quasi inutile, negli aeromodelli convenzionali può essere solo una questione estetica.
Non è la stessa cosa negli aerei di linea quasi supersonici e nei supersonici, ma né gli alianti né la tua barca sono supersonici.
Invece negli alianti non convenzionali, come i senza coda o tuttala, la freccia, preferibilmente positiva, per me è utilissima per la stabilità soprattutto longitudinale, sebbene esistano i tuttala detti plank che sono senza freccia.
Nei canard si può discutere che la freccia occorra per la stabilità direzionale, tuttavia non si può generalizzare né con gli aerei né con le barche.

Per le barche a vela "convenzionali" comunque credo che il problema principale sotto il monoscafo (non "volante" su foils) debba essere la carena idrodinamica, a parte l'eventuale necessità del bulbo per la stabilità e della deriva per bolinare.
Se vuoi un riferimento per l'idrodinamicità delle carene, affrontate tramite CFD, puoi vedere:
http://tesi.cab.unipd.it/45178/1/andrea_vable_tesi.pdf
Questo riferimento ha il vantaggio di essere in italiano (a differenza di quello proposto da Cecco in inglese).
Flavio
mattafla non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27 febbraio 17, 11:58   #30 (permalink)  Top
User
 
L'avatar di mattafla
 
Data registr.: 19-07-2016
Messaggi: 49
Polomanuel,
ho dimenticato il progetto del timone:
http://unina.stidue.net/Universita'%...l%20timone.pdf
Flavio
mattafla non è collegato   Rispondi citando
Rispondi

Bookmarks



Strumenti discussione
Visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi creare nuove discussioni
Non puoi rispondere alle discussioni
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks è Disattivato
Pingbacks è Disattivato
Refbacks è Disattivato


Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Commenti Ultimo Commento
risposte all'uovo gigiovanni Segnalazione Bug e consigli 19 05 giugno 06 19:09
Cercarsi dei guai non guasta mai filofilato Elimodellismo Principianti 2 08 giugno 05 19:13
Opzioni risposte CantZ506 Segnalazione Bug e consigli 1 19 ottobre 04 13:43



Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 08:35.


Basato su: vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica. Copyright 1998/2017 - K-Bits P.I. 09395831002